Dettagli

Questo prodotto è in esposizione!

Lo puoi trovare presso: 39Vantini Oldstyle
via Rodolfo Vantini, 39
25126 Brescia (BS)

Universal Aerocompax, 1943 ca

Cassa Acciaio con quadrante Nero, movimento Carica manuale

Il nostro orologio Universal Aero-Compax monta un movimento Universal calibro 287

L’Aero-Compax è stato il primo orologio da polso al mondo ad avere, oltre che l’orario e la funzione cronografica di contaminuti e contatore, anche l’indicazione, in un piccolo quadrante ad ore 12, di un memento, ossia un orario da ricordare; questo quadratino è azionato da un sistema di ruote poste sotto il quadrante, movimentate da una corona posta ad ore 9.

Il primo brevetto fu depositato dalla casa ginevrina il 6 novembre 1940, ma fu registrato solo il 15 dicembre 1944 col n. 235608; la foto mostra lo spaccato con il meccanismo di messa all’ora del quadrante memorizzatore.
Nelle pubblicità dell’epoca la casa lo definiva come l’orologio dell’uomo d’affari, dotato di “totalizzatore di bordo” per viaggi aerei: questa pubblicità è del 1946, e l'orologio costava 135 dollari americani.
La produzione è iniziata nel 1940 ed è terminata poco dopo la metà degli anni 40; i primi che si trovano hanno seriali di poco inferiori a 800.000; inizialmente fu utilizzato soprattutto il calibro 287, solo a metà degli anni 40 si iniziò ad usare massicciamente il calibro 281 ed il 283, raramente il 285.
Negli anni 60 il modello sarà riproposto col medesimo nome, ma senza il quadratino dedicato ad ore 12.
Si tratta dunque di un orologio decisamente raro. La referenza più diffusa è la 22414, con quadranti sia bianchi che neri.
Negli anni quaranta le casse degli Aero-compax sono
caratterizzate da una gamma di modelli non particolarmente vasta che si traduce in poche referenze, delle quali la più comune è la 22414.
I materiali utilizzati per le casse sono l’acciaio, l’oro sia a 18kt che a 14kt (la differenza emerge anche dalla referenza: per l’oro 18kt il primo numero è 1, per l’oro 14kt il primo numero è 5), e la cassa acciaio con le anse in oro 18kt.
I pulsanti sono inizialmente sempre quelli rettangolari classici, a metà degli anni 40 si utilizzano anche i pulsanti a pompa.
Quanto ai fondelli, generalmente le primissime referenze hanno sempre i numeri seriali e di referenza nella parte esterna, mentre li hanno all’interno del fondello a metà anni 40; le casse con i pulsanti a pompa li hanno all’esterno. E’ sempre presente all’interno del fondello lo scudetto UG, spesso di piccola dimensione.




Gallery