Dettagli

Questo prodotto è in esposizione!

Lo puoi trovare presso: 39Vantini Oldstyle
via Rodolfo Vantini, 39
25126 Brescia (BS)

Life , anno 9 Agosto 1968

Garanzia anni.

In copertina, una fotografia di Bob Gomel dedicata all'articolo di John Saar sul tema dei disordini delle linee aeree in piena crisi di quel periodo.
Titolo - "Stack-Up / Danger and confusion of the air traffic jam."
All'interno, articoli sul baseball, su Kennedy e su tematiche ambientali.

LIFE - è stata una rivista statunitense. Fu pubblicata tra il 1883 ed il 1936 come rivista umoristica che trattava argomenti di interesse generale.
Nel 1936 il fondatore della rivista 
TimeHenry Luce, la trasformò in un magazine imperniato principalmente sul foto giornalismo. 
Life venne pubblicato come settimanale fino al 1972, come "speciale" senza una cadenza fissa sino al 1978, come mensile dal 1978 al 2000 e come supplemento settimanale dal 2004 al 2007.

Curiosità - Nel 1936, il primo numero della rivista sotto la direzione di Henry Luce ritraeva in copertina un bambino, di nome George Story, con il titolo "Life Begins". Negli anni, la storia di George, ormai un simbolo, venne seguita e documentata spesso, fotografie di quando si sposò, ebbe figli e divenne giornalista furono pubblicate periodicamente. Il fatto curioso fu che George Story morì nell'aprile del 2000, appena un mese dopo l'annuncio di Henry Luce che dichiarava la cessazione della pubblicazione di LIFE. L'ultimo numero della rivista fu intitolato a lui, "A Life Ends", e il cerchio si chiuse.

Bob Gomelnato il 14 agosto del 1933, è un fotoreporter americano che ha catturato con le sue pellicole immagini di leader mondiali degli anni '60, atleti, intrattenitori e grandi eventi. Le sue fotografie sono apparse sulle copertine di LIFESports IllustratedNewsweek, Fortune e Forbes, TIMENew York Times e molti altri.
Tra le sue personali fotografie preferite, scattate da lui stesso, troviamo un bambino che piange al ritorno del padre marinaio impiegato nel sottomarino nucleare USS Tritone (1960), Malcolm X che fotografa Cassius Clay dopo la sconfitta di Sonny Liston a Miami (1964) e Richard Nixon con i suoi cani Vickie and Chequers (1964).




Gallery